giovedì 26 novembre 2009

[Novità] Plymouth sarà integrato in Ubuntu Lucid Lynx

Domani è giornata di interrogazioni, quindi articolo brevino oggi, e ammetto, meno interessante di altri miei post...

Una novità di Lucid è che, a quanto pare, Plymouth sosituirà Usplash nel boot della prossima versione di Ubuntu 10.04 Lucid Lynx.

Per chi non lo sa, Plymouth è il boot-up manager grafico sviluppato da Red Hat che permette di creare delle animazioni all'avvio, per rendere il boot più bello, e, a detta di molti, anche più veloce!

L'unica cosa che mi "perplisce" di questa decisione, è che a giungno Canonical aveva affermato che non sarebbe stato integrato Plymouth in Lucid, perchè tanto si voleva abbassare il tempo di avvio a 10 secondi, e non aveva senso spendere energie su un'orpello grafico.
Nessuno vieta ai developers di cambiare idea, ovviamente, ma mi chiedo se effettivamente abbia senso.

Giusto per darvi un idea del livello di tamarraggine a cui sono arrivati gli sviluppatori di plymouth, beccatevi questa maroccata su fedora:



E qui un esempio di come potrebbe essere su Ubuntu (è lo stesso "tema" di fedora):

martedì 24 novembre 2009

Quando Adobe vuole davvero essere insultata...

Adesso questa me la spiegano però!

I computer esistono da 40'anni, e Unix esiste da 40'anni, Mac da 25 anni, Windows da 24 anni, Linux da 18 anni, gli smartphone da 17 anni.
Windows ha uno share maggiore del 90%, Mac ha uno share di circa il 4%, Linux dell'1,2%, Android ha uno share dello 0% e uno sputo....


E Adobe mi fa questo scherzo?!?!? (a proposito, segnalo che da oggi è disponibile anche nei paesi non US)

Centerzone Host

Okok, è un tool del cavolo con 3 funzioni in croce, ma almeno esiste!
Almeno Adobe si è degnata di scrivere un software per Android!
Ci vuole tanto a farlo anche per Linux (sui pc, visto che anche Android è -in parte- linux)???
Non potrebbero almeno collaborare con Wine? Non so, dare segno che si sono accorti che esiste Unix?
Anche perchè gli utenti Linux, e questo devono ancora capirlo, sono molto più disposti a pagare per il software rispetto ai Windowsari (e questo lo dicono tante ricerche di mercato)...


Mah...

In ogni caso, Stay Connected perchè presto vi segnalerò ottime alternative a Photoshop per Linux, Windows e Mac, molto migliori di The Gimp e Paint.Net... Vi terrò un pò sulle spine.. :)

One-Hundred Paper Cuts: l'esperimento sarà ripetuto in Lucid

E' appena uscito Ubuntu Karmic Koala, ma già non vedo l'ora di usare la prossima versione.
E molti dovrebbero essere ancora più ansiosi di me.

Molti, infatti, si sono lamentati della poca stabilità di Karmic (io fortunatamente non sono tra quelli), e in Lucid sono sicuro che da questo punto di vista vedremo un'enorme inversione di tendenza.

I motivi sono vari: il fatto che verrà scelto software stabile, che si sceglierà una versione del kernel completamente stabile e testata, che verrà utilizzata la stabilissima e testatissima versione testing di Debian (distribuzione su cui è basata Ubuntu) invece della solita versione "unstable", dovuta al fatto che Ubuntu sarà una LTS (release con 3 anni di supporto da parte di Canonical) e al fatto che debian e Ubuntu, come segnala Barra nei commenti, hanno deciso di sincronizzare gli aggiornamenti, e, infine, il fatto che verrà ripetuto l'esperimento dei "One-Hundred Paper Cuts" effettuato su Karmic Koala.

Ma cos'è questo progetto/esperimento?

One-Hundred Paper Cuts è un progetto del team "Design e Esperienza Utente" di Canonical, ideato per migliorare appunto l'esperienza utente di Ubuntu identificando 100 punti di panico/dolore per gli utenti, o "tagli da carta", per poi "curarli", correggerli!

In termini un pò più tecnici, questo progetto ha come scopo:

1. Identificare 100 bugs che sembrano facili da correggere, ma danno impatto molto negativo all'utente
2. Incalanare risorse per correggere tali bug
3. Misurare i progressi ottenuti correggendo i bug
4. Tener traccia dell'impatto delle correzioni nelle versioni successive

Questo progetto in Karmic ha portato molti miglioramenti, molti un pò nascosti, ma che hanno migliorato notevolmente l'usabilità e la stabilità del sistema operativo.

Nello sviluppo di Ubuntu 10.04, questo processo verrà ripetuto, per "curare" altri cento "tagli da carta".

Ammetto che la voglia di tradurre centinaia di parole ora non l'ho, e inoltre considerata la mia attuale "bassa audience" e la scarsa indicizzazione da parte dei motori di ricerca, sarebbero fatica e tempo sprecati -seguirò tuttavia il processo, e in futuro scriverò altre novità e come proseguonio i lavori- dicevo, non ho voglia di tradurre tutto, quindi copio/incollo il "programma" dei developers, che potete trovare a questo indirizzo:
Round 1 “Kibosh on Karmic” (2009-12-03)
In Round 1, our goal is to fix ten of the fifteen paper cuts from the Karmic cycle that had patches attached but were not merged. After some discussion with Rick “Quickly” Spencer–the Ubuntu Desktop Team lead–we’ve established a more comprehensive workflow for landing paper cut fixes in Ubuntu: in the Lucid cycle, paper cuts with patches attached should be assigned to “canonical-desktop-team,” and “ubuntu-main-sponsors” should be subscribed to the bug report to prevent patches from languishing.
Round 2 “Kibosh on Karmic” (2009-12-10)
In Round 2, our goal is to fix the remaining paper cuts from the Karmic cycle with patches attached. Additional unfixed paper cuts from the Karmic cycle will be moved to this milestone to make an even ten.
Round 3 “Kibosh on Karmic” (2009-12-17)
In Round 3, we will finish fixing the leftover paper cuts from the Karmic cycle.
Round 4 “Paper Jam: Empathy” (2010-01-07)
Round 4 will be our first “Paper Jam.” A Paper Jam is a milestone where a majority of the paper cuts are taken from a particular domain of user experience. Our first Paper Jam will focus on Empathy; this milestone should contain paper cuts affecting Empathy’s user experience.
Round 5 “Paper Jam: Gwibber” (2010-01-14)
Gwibber is shipping by default in Lucid. Let’s help it make a great first impression.
Round 6 “Paper Jam: Sound & Video” (2010-01-21)
Movie Player, Rhythmbox, and maybe PiTiVi. These are very solid applications, so this milestone will be challenging!
Round 7 “Paper Jam: F-Spot” (2010-01-28)
With the removal of the GIMP from the default install, more weight is being placed on F-Spot’s shoulders — especially viewer mode.
Round 8 “Paper Jam: Notifications” (2010-02-04)
Fixing notification priorities and any other vagaries that pop up (ha!).
Round 9 “Paper Jam: Compiz Settings” (2010-02-11)
Clean up animations, make appearance consistent with Ubuntu’s look and feel, improve discoverability of Scale and other useful features, etc.
Round 10 “Fin” (2010-02-18)
Odds and ends.

Bene, come potete vedere le idee sono tante e ottime..

Voi vi eravate accorti dei Papercuts in Karmic? Se sì, quali sono i vostri preferiti?
E soprattutto, c'è qualche paper che vorreste venisse eseguito, ma di cui i developers sembrano fregarsene?
Ad esempio, a me piacerebbe una versione di Nautilus un pò semplificata, come se ne sono viste in vari blog.. Magari un giorno scriverò la guida per semplificarsi il proprio Nautilus ;)

[Novità e Analisi] Emerillon: software opensource per guardare le mappe


Probabilmente non sono il primo blogger a parlarne qua in italia, essendo tale software uscito a metà ottobre, ma visto che è un progetto che mi è piace molto, e visto che ho aperto il blog circa 4 giorni fa, ho deciso di dedicarci un post adesso.

Il software in questione si chiama (in effetti, dopo 4 righe posso degnarmi di dirlo) Emerillon, ed è un visualizzatore di mappe OpenSource, che si basa sul database di OpenStreetMap.

E' sicuramente un software che deve ancora farsi le ossa, essendo uscito il 14 ottobre, ma possiede vari aspetti positivi:
  • E' il primo software di questo tipo per Linux
  • Supporta i plug-ins, anche se per ora sono molto pochi
  • Permette di visualizzare la cartina fisica, quella con le strade, delle cartine con i servizi pubblici quali autobus e piste ciclabili -anche se c'è da precisare che il servizio autobus è molto poco segnalato, soprattutto in italia
  • E' leggerissimo
  • Ha un'interfaccia pulitissima

Al momento, non è certo un tool utilizzabilissimo, visto che non conosce nemmeno le vie e le piazze, ma sinceramente confido che gli sviluppatori ne aggiungeranno presto il supporto..

In seguito, un paio di screen esplicativi:
  • Interfaccia:

  • uf3sob8dhllxpkg6t9i.jpg

  • Plug-In:

  • mfcthr1pzivgafy8dmg0.jpg

  • Piste ciclabili a modena, che sono molto meno delle effettive (sono un centinaio di km, in teoria) ma è molto meglio di Google Maps:

  • p8ark5v9d1iraofawqs.jpg

  • Servizio autobus in Germania (evidentemente, lì usano OpenStreetMaps):

  • bkmrb1fpqxx96b3m70k5.jpg


Questo è un'elenco delle idee che i developer vorrebbero integrare, o che sono già integrate:
  • Navigazione Route (da scaricare da un servizio web service PER ORA)
  • Integrazione GPS
  • Integrazione Telepathy (per condividere applicazioni e vedere dove sono gli amici)
  • Mostrare la posizione sotto il puntatore del mouse (ovvero, presumo io, andare su una via, cliccarci, e far aprire un popup che ti dice che posto è
  • Mostrare marker (segnalibri) personali
  • Esportare immagini dell'area visibile e segnalibri in png
  • Stampare le mappe
  • Mostrare l'ora locale del luogo attuale
  • Appuntamenti per Evolution
  • Legenda: aggiungere una sidebar con una legenda della mappa visualizzata (possibilmente usando il doc tool di Mallard e WebKit)

  • Mostrare tutti gli hotspot Wifi disponibili da siti Wifidog: (per esempio: https://auth.ilesansfil.org/hotspot_status.php?format=XML ) lista completa: http://dev.wifidog.org/wiki/Community

Per installare Emerillon da terminale su Ubuntu, dare questo comando:
sudo add-apt-repository ppa:mathieu-tl/emerillon && sudo apt-get update && sudo apt-get install emerillon


Su altre distro, seguire le (semplici) indicazioni di questa pagina: http://www.novopia.com/emerillon/download.html

Le ambizioni sono ottime, e mi piace l'idea di integrare tutto con Telepathy che pervade le menti degli Ubuntiani negli ultimi tempi: è infatti notizia di ieri che Banshee e Empathy verranno integrati maggiormente grazie a Telepathy.

Vedremo come andrà a finire: io sono ottimista.

Voi invece avete mai usato Emerillon? Che ne pensate?
Giovane, ma promettente, o giovane e inutile? :D

lunedì 23 novembre 2009

Condividi la tua musica di Banshee con i contatti Empathy


Introduzione

Immagino che molti si chiedano se Empathy sia stata la scelta giusta su Ubuntu: ebbene, io comincio a esserne sempre più convinto.

Non per empathy in se', che attualmente come programma è obiettivamente inferiore a Emesene o Pidgin, ma perchè a Empathy è annessa la fantastica e duttile libreria Telepathy!!

Grazie a Telepathy, è ora possibile condividere molto easy la musica di Banshee con i contatti Empathy.
Il lato positivo? Presto spero che venga integrato nel codice principale, e che in Ubuntu 10.04 avremo la pappa pronta.
Il lato negativo? Per ora, funziona solo su account Jabber :(

Lo sviluppatore che ci ha fornito questo ottimo plugin è colui che ha anche questo blog.

Di seguito, l'installazione del plugin

domenica 22 novembre 2009

[Guida] Installare i nuovi driver ATI 9.11 su Ubuntu 9.10 Karmic Koala

Introduzione

Se c'è una cosa che mi ha sensibilmente migliorato Ubuntu 9.10, è il supporto alle schede ATI: o meglio, il supporto ad alcune schede ATI, tra cui la mia Radeon 3850.

Difatti, se alcune schede continuano a funzionare maluccio con i driver ATI, alcune serie 38xx e 48xx (e forse anche altre), hanno migliorato sensibilmente le prestazioni, tanto che ora io riesco perfino a tenere compiz attivato, usare il cubo e guardare più video, senza grossi problemi.

In ogni caso, sono da pochissimo usciti i nuovi driver ATI, che magari miglioreranno il supporto anche con le schede che ancora non funzionavano benissimo; io li ho appena installati, e faccio quindi fatica a dire se vi sono stati sensibili miglioramenti anche sulla mia scheda, ma magari tra un pò vi farò sapere.

Di seguito, vi sono le novità, e poi la guida all'installazione dei nuovi drivers.

sabato 21 novembre 2009

Ubuntu Lucid Lynx verrà (probabilmente) equipaggiata di software video-editing (PiTiVi)


Una novità entusiasmante sulla prossima versione di Ubuntu 10.04, è che molto probabilmente verrà equipaggiata di un software di video-editing, per la precisione PiTiVi.

La decisione non è confermata, e la sua inclusione tra i programmi installati all'installazione dell'OS è per ora solo oggetto di discussione dell' UDS (Ubuntu Developer Summit), ma molte cose dette fanno immaginare che verrà effettivamente incluso.

La decisione di inserire un software di questo tipo è ottima, visto che tutti i sistemi operativi più importanti posseggono un editor video; tuttavia, chi conosce i software di video-editing disponibili per Ubuntu, non può che chiedersi perchè sia stato scelto proprio PiTiVi, visto che altri programmi, come OpenShot, hanno molte più funzioni, come ad esempio gli effetti (sì, PiTiVi non ne ha).

venerdì 20 novembre 2009

Canonical (Ubuntu) verrà giovata da ChromeOS! E viceversa...

Oggi ho letto una cosa che non mi sarei mai aspettato: Canonical, produttrice di Ubuntu, sta aiutando Google nel creare ChromeOS.

Sul blog di Canonical, è infatti possibile leggere
“Canonical is contributing engineering to Google under contract. In our discussions, Sundar Pichai and Linus Upson made it clear that they want , wherever feasible, to build on existing components and tools from the open source community without unnecessary re-invention. This clear focus should benefit a wide variety of existing projects and we welcome it.”
In pratica, dei lavoratori Canonical hanno contribuito alla scrittura di ChromeOS, principalmente per fare in modo che Google non dovesse riscrivere tutto da capo; ovviamente, visto il particolare funzionamento di ChromeOS, non ci sarà una diretta concorrenza tra i due.

giovedì 19 novembre 2009

Incredibile!!!!! Rilasciate taaante informazioni su Chrome OS (che però mi deludono)

Non riesco ancora a crederci! Sono uscite le prime vere informazioni su ChromeOS e ci sono rimasto completamente di stucco.

Quello sfornato da Google non è un normale sistema operativo come Mac, Ubuntu o Windows. Non è il solito sistema su cui installi i programmi.
Anzi! Non è proprio un sistema!


Visto che quei furboni vivono su internet, e visto che volevano mostrare che loro come al solito sono più fighi e rendono tutto più veloce, hanno creato un browser che si avvia quando accendi il pc.

Cosa significa?
Dite addio ai desktop!

D'ora in avanti le cartelle, i programmi non vi servono più! Tutto quello che vi serve è su internet!

Benvenuti

Benvenuti miei cari malcapitati!

Ho deciso di aprire un nuovo blog che parlerà principalmente di Linux, Ubuntu, Firefox, altra "robaccia" opensource e anche qualche programma per... sto per dire una parolaccia... Windows! Eh già... Alla fin fine anche lì c'è roba decente, e io sicuramente non sono un puritano opensource.

Comunque, dicevo che ho aperto questo blog non certo perchè sentissi la mancanza di blog simili (ce ne saranno a migliaia), ma perchè nel mio piccolo spero di poter supportare il software libero (e non).

Se vi aspettate delle hackerate... Avete sbagliato persona! :D
Sono impedito, ma mi piace informarmi, quindi troverete principalmente novità!
E novità sia!

Ecco il nuovo blog del Dr. Galvan aka Leolas aka Leo

E se vi chiedete perchè l'ho chiamato il Blog del Dr. Galvan, eccovi la risposta: oltre al fatto che ho intenzione di studiare medicina appena esco da questo cazzo di liceo di merda (scusate, ma il prof di bio ha appena finito di dirmi "Ma non mi rompa i coglioni, Mon****a, porca troia" solo perchè in un interrogazione continuava a volermi convincere che il nodo senoatriale manda gli impulsi al nodo atrioventricolare, e poi li rimanda all'atrio sinistro -gran cazzata!), e soprattutto perchè il Dr. Galvan è il protagonista di un fantastico romanzo di Daniel Pennac che m'ha fatto morire, che vi consiglio seriamente di leggere!

Bè, lui cura motori, e prima "curava" corpi, io "curo" pc e "curerò" corpi - e magari evitando di tirare un cartone di troppo ;)

Sociable